Tariffario

IN LAVORAZIONE

AWI sta lavorando a tre strumenti che lɜ lavoratorɜ dell’arte contemporanea e le rispettive committenze possono usare per individuare un compenso adeguato per diverse tipologie di lavori: una tabella con i compensi minimi raccomandati, una checklist di buone pratiche e un glossario.

La guida qui proposta è uno degli strumenti messi a punto da AWI per il riconoscimento, la tutela e la protezione dellɜ lavoratorɜ dell’arte, e può essere utilizzato parallelamente ai modelli di contratto (contratto d’opera, contratto di vendita opera d’arte, contratto estimatorio, etc.) per una gestione più trasparente dei rapporti di lavoro. 

Raccomandiamo di utilizzare tutti e tre gli strumenti in maniera integrata, nonché di far riferimento agli altri strumenti disponibili sul sito di AWI come i contratti e, in caso di esigenze specifiche o dubbi, di rivolgersi al nostro sportello: awi.sportello@gmail.com

La tabella, la checklist di buone pratiche e il glossario sono stati pensati, progettati e compilati dallɜ sociɜ di AWI a partire dall’analisi e dalla comparazione con i modelli già utilizzati in altri paesi e da altre categorie di lavoratorɜ della cultura in Italia.